Settembre è un periodo magico per il mare e il Bridge a Gaeta

Dopo il bel periodo di Giugno con l' Estate Bridgistica Gaetana ci ritroviamo nuovamente al Serapo: la consueta passione per il nostro gioco preferito ci terrà compagnia!

DAL 12 AL 22 SETTEMBRE
HOTEL SERAPO

L'Hotel Serapo è un complesso alberghiero che vanta una lunga tradizione nella ricettività e nella ristorazione.
Posizionato alle pendici del Parco Naturale di Monte Orlando, nell’angolo più suggestivo e panoramico della spiaggia di Serapo, dista poche centinaia di metri dal centro cittadino e dal borgo medievale di Gaeta.


La struttura è immersa nel verde e a ridosso dell’arenile, è dotato di camere con vista e tutti i comfort, ristoranti, ampie terrazze sul mare, piscina coperta e piscina esterna con idromassaggio, palestre e spiaggia privata.

Il ristorante propone un menù giornaliero comprendente una scelta tra due primi e due secondi entrambi serviti a tavola. Frutta e verdura sempre disponibili a buffet.
É possibile pranzare o cenare con menù alla carta.
Su richiesta la cucina è a disposizione per preparare piatti dedicati a persone intolleranti con prodotti gluten free.

Il giardino

Il giardino del Serapo è l’ ideale oasi di ristoro e relax, immersa nella vegetazione mediterranea, a ridosso dell’arenile, protetta dagli alberi di agrumi e di pino e dalle pareti rocciose del Parco Naturale di Monte Orlando.
In questa oasi è incastonata la piscina, una "conchiglia" vista mare con la rilassante zona idromassaggio.

minilogob

IL BRIDGE

Giocheremo a BRIDGE, con la gradita e valida partecipazione degli amici bridgisti di Gaeta e dintorni e ovviamente da tutti gli ospiti che amano misurarsi al tavolo verde.
I tornei di Bridge si svolgeranno alle 16.15 e alle 21.15 seguendo le linee guida della FIGB

CONDIZIONI ALBERGHIERE

Trattamento di pensione completa, vino, acqua e servizi spiaggia.
Soggiorno minimo di 7 notti
  • Camera doppia: € 95,00 al giorno a persona
  • Camera singola: € 112,00 al giorno
  • Camera doppia uso singola: € 127,00 al giorno
Vuoi saperne di più?

La città delle cento chiese

Gaeta è una bellissima cittadina di mare , ricca di storia, repubblica marinara e luogo di villeggiatura già ai tempi degli antichi romani.La sua costa è un susseguirsi di spiagge, che partono da S.Agostino fino al tessuto urbano di Serapo, caratterizzate da speroni rocciosi su cui svettano torri costiere, baie e calette incantevoli.


Cosa vedere a Gaeta
Gaeta Vecchia, il centro storico Il centro storico di Gaeta, di origine medievale, è una tappa imperdibile. Conosciuto come Gaeta Vecchia, è un insieme di stradine e vicoli stretti, caratterizzato da profumi, colori e scenari di un tempo.
Il Tempio di San Francesco
Dal centro storico è possibile raggiungere il Tempio di San Francesco, una delle chiese più belle della città. La Chiesa, fondata dallo stesso patrono d’Italia nel 1222, venne ricostruita in stile gotico per volere di Carlo II d'Angiò nel XIV secolo e successivamente, nel XIX secolo, restaurata da Giacomo Guarinelli su incarico di Ferdinando II delle Due Sicilie.
La Cattedrale di Gaeta
La Cattedrale è una delle “cento chiese”, che si trova all’interno del quartiere medievale nei pressi del porto. La chiesa è dedicata a Maria Assunta in Cielo e dal 995 anche ai santi Erasmo e Marciano. Nella basilica venne incoronato Papa Gelasio II (1118-1119) al secolo Giovanni Coniulo, monaco di Montecassino originario di Gaeta.
Alle spalle della chiesa si trova il campanile; risalente al XII secolo, opera di Nicola dell'Angelo. La torre rappresenta un eccellente esempio di arte medievale dell'Italia centro meridionale.
Altri edifici religiosi meritano la vostra attenzione, approfittate del vostro soggiorno a Gaeta per visitare la Chiesa di Porto Salvo, oppure la famosa Chiesa di San Giacomo, costruita dai pescatori alla fine del 1500, ancora, la Chiesa di San Giovanni a Mare, conosciuta anche come Chiesa di San Giuseppe, un autentico gioiello nascosto nel cuore di Gaeta.
Imperdibile è sicuramente il Castello Angioino-Aragonese, uno dei simboli della città. Sorge nell'area più alta del quartiere medioevale, sulla sommità della collina che domina il porto. Fatto costruire da Federico II di Svevia nel XII secolo. Oggi, l’edificio si compone di due parti: quella più antica risalente all’epoca angioina e quella più moderna fatta costruire da Carlo V d’Asburgo.
Montagna Spaccata e la Grotta del Turco
Forse il luogo che più rappresenta Gaeta è la Montagna Spaccata e la Grotta del Turco. La prima è la parte occidentale del Monte Orlando, dove si trova il Santuario della Santissima Trinità, conosciuto anche come il Santuario della Montagna Spaccata, edificato nell'XI secolo, sorge su una fenditura nella roccia che giunge fin nella grotta del Turco, creatasi, secondo la leggenda, al tempo della morte di Cristo, quando si squarciò il velo del tempio di Gerusalemme.
A sinistra della Chiesa, invece, si trova la Grotta del Turco. raggiungibile tramite una scalinata che porta nelle viscere della montagna. Una volta lì giunti potrete ammirare lo spettacolo naturale della gola che si tuffa nel mare.
Dopo aver visitato la Montagna Spaccata e la Grotta del Turco, vi consigliamo di proseguire la visita dell’area del Monte Orlando. Seguendo gli itinerari del Parco si possono visitare le Polveriere o arrivare fino al Mausoleo di Lucio Munazio Planco eretto intorno al 22 a.C.
Val d'Aosta ">

Escursioni

Dedicate una giornata a Sperlonga.

A soli 15 km da Gaeta, Sperlonga vi apparirà come un labirinto di viuzze, case tinte di calce bianca, resti di antiche costruzioni.Passeggiando tra i vicoli del centro storico, si aprono improvvisi squarci sul mare azzurro, con da un lato la spiaggia di levante e la Grotta di Tiberio, dall'altro la lunga spiaggia di ponente con il promontorio del Circeo.
La zona archeologica comprende la villa e la Grotta dell'Imperatore Tiberio, oltre agli scavi della Villa, è possibile visitare il Museo archeologico locale, che ospita i gruppi statuari che decoravano la città. La Grotta di Tiberio, invece, è una grande cavità naturale rocciosa aperta sul mar Tirreno, contornato in parte da un piccolo tratto di spiaggia estremamente affascinante.